• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 3 di 19 PrimoPrimo 1234513 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 31 fino 45 di 281

Discussione: eds Novembre 2012 Roma

  1. #31
    Partecipante Affezionato
    Data registrazione
    28-08-2011
    Messaggi
    72

    Riferimento: Re: Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Purtroppo non ho preso nota, perchè io ho scelto la prova sperimentale. Era un progetto di ricerca da redigere per il Ministero della Sanità. Bisognava argomentare la scelta e i risvolti applicativi.

  2. #32
    Matricola
    Data registrazione
    04-09-2012
    Messaggi
    22

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Ciao a tutti,
    proprio ieri ho mi è arrivata una voce che forse nella seconda prova del progetto bisognerà specificare gli ambiti applicati, cioè costi e benefici.... Insomma argomenti che di fatto non si sono trattati nel mio corso di laurea, memole e gli altri mi potreste dare una mano???? Io dovrei fare l'indirizzo evolutivo....:sbonk:

  3. #33

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Ciao a tutti, io devo fare l'eds a roma. Qualcuno mi sa dire come funziona per chi ha fatto marketing? Noi markettari di clinica sappiamo poco. Come ci si comporta all'esame di stato nel nostro caso. La prima prova se nn ho capito male è psi generale, e poi? I testi sono il Rovetto e il Canestrari, però mi dicono che di canestrari ce ne sono due, quale dei due? Grazie in anticipo er le risposte.

  4. #34
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Citazione Originalmente inviato da laura.cic Visualizza messaggio
    Ciao a tutti,
    proprio ieri ho mi è arrivata una voce che forse nella seconda prova del progetto bisognerà specificare gli ambiti applicati, cioè costi e benefici.... Insomma argomenti che di fatto non si sono trattati nel mio corso di laurea, memole e gli altri mi potreste dare una mano???? Io dovrei fare l'indirizzo evolutivo....
    beh..certo che nel progetto bisogna indicare i costi..la scaletta classica di un progetto è:
    analisi problema (BULLISMO, HOV, DIPENDENZE..ETC ETC),
    destinatri(diretti e indiretti)
    obiettivi (generali e specifici)
    metodologia
    attività tempi e fasi
    budget (quindi costi)
    valutazione (ex ante, in itinere e post)
    rischi


    purtroppo nel nostroc orso di studi NESSUNo ha mai studiato i progetti.....tutti abbiamo studiato da atodidatta! in pratica per i costi, puoi inserire le diverse voci: tipo costi del personale, alloggi locazione, materiali..e inventarti( rendendo però le cifre un po' veritiere...tipo: uno psico per un intevento a scuola prende circa 50 euro all'iora)i costi...........
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  5. #35
    Matricola
    Data registrazione
    04-09-2012
    Messaggi
    22

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Qualcuno mi sa dire se questo tema, come l'ho sviluppato va bene???

    ATTENZIONE
    DEFINIZIONE:
    L’Attenzione è un processo selettivo e cognitivo che è presente sin dalla nascita e si sviluppa e trasforma in base alle capacità percettive e cognitive dell’individuo. E’ un aspetto dell’attività mentale e si pone come funzione adattiva a livello conscio.
    TIPI DI ATTENZIONE
    ATTENZIONE SELETTIVA: Consiste nella capacità, da parte di un agente, di selezionare, in base ad un qualche criterio, un solo oggetto fra quelli presenti nel proprio ambiente: può essere considerata come un “filtro” che seleziona le informazioni in input, decidendo quali debbano essere ulteriormente elaborate e quali, viceversa, debbano essere ignorate. Esempio: Effetto cocktail party di Cherry
    ATTENZIONE DIVISA: Si pone l’accento sulle capacità di prestare attenzione contemporaneamente a più elementi. Esempio: Situazione sperimentale del doppio compito
    ATTENZIONE ALTERNATA: Consiste nella capacità di ridirezionare in modo flessibile l’attenzione da un compito ad un altro o da una modalità di attenzione ad un’altra.
    ATTENZIONE SOSTENUTA: può essere definita come la capacità di focalizzare l’attenzione su un determinato concetto e di protrarla nel tempo e con costanza.
    TEORIE
    MORUZZI E MAGOUN 1949 affermano che l’attenzione e il livello di attivazione sono visti come stati correlati, ma che non si identificano. Il concetto di attenzione appare multiforme perché comprende aspetti diversi e viene utilizzato per spiegare situazioni e fenomeni differenti. L’attivazione può essere considerata come un dato globale dell’organismo che si svolge lungo un continuum, mentre l’attenzione si configura come una funzione selettiva che si correla con il livello di attivazione. La vigilanza ed la qualità di prestazione sono anche in rapporto alla condizione neuro funzionale del soggetto essendo legate al livello di attenzione: il livello ottimale di prestazione e di vigilanza si registra con gradi di intensità intermedi di attivazione.
    CHERRY 1953 studiò l’attenzione selettiva cercando di comprendere come il soggetto selezioni degli stimoli fra molteplici presentati, lasciandone decadere altri. La dimostrazione di ciò è data dall’effetto cocktail party in cui si riesce a prestare attenzione ad una sola conversazione, nonostante ne siano presenti altre che potrebbero inferire
    TEORIA DEL FILTRO PRIMARIO BROADBENT: Essa riguarda la selettività dell’attenzione. Infatti solo una parte delle informazioni ritenute rilevanti accede ai livelli di elaborazione, mentre le altre vengono analizzate a livello fisiologico.
    DEUSCH E DEUSCH 1963; poi NORMAN 1968 Ipotizzano che la registrazione sensoriale avvenga in memoria, e quindi negli ultimi livelli di elaborazione dell’informazione, spostando l’accento sulle aspettative del soggetto che influenzano la selezione degli stimoli.
    TEORIA DEL FILTRO ATTENUATO TREISMAN 1964. L’Alternanza di attenzione da una voce all’altra potrebbe essere ricondotta alla divisione simultanea dell’attenzione. Si può prestare quindi attenzione ad una voce ma contemporaneamente distribuire una piccola porzione dell’attenzione all’altra voce. Un esempio consiste nell’ascolto dicotico dove l’attenzione si focalizzava dove non era richiesta.
    SOKOLOF 1969. I Fenomeni fisiologici tipici dell’attenzione, come la dilazione pupillare o l’alternanza del tracciato ECG, sono presenti in quella che viene definita come risposta di orientamento. Tali risposte si notano alla prima presentazione dello stimolo e si riducono con le successive presentazioni dello stesso: meccanismo di inibizione della risposta attentiva dovuta ad abituazione. Tale risposta è legata alla coincidenza dello stimolo con una sua traccia presente nella memoria a lungo termine. Tale risposta è più o meno rapida in rapporto con l’età del soggetto.
    KAHNEMAN 1973 Unifica le teorie strutturali e quelle delle capacità ed ipotizza che esista un limite biologico all’elaborazione contemporanea di più informazioni costituito da limiti di elaborazione del sistema sensoriale.
    TEORIA PROPOSTA DA NEISSER 1976 Sostiene che il processo di focalizzazione dell’attenzione derivi dalla limitata disponibilità del sistema mentale ad elaborare i segnali ed ciò è legato a due fattori: la difficoltà del compito e la distribuzione delle risorse.
    COHEN e GELBER 1975 affermano che è opportuno differenziare i meccanismi che presiedono all’orientamento verso lo stimolo e quelli coinvolti durante la fissazione. Nella risposta di orientamento lo stimolo cattura l’attenzione e nella risposta di fissazione opera un meccanismo che trattiene l’attenzione. Il ruolo del soggetto si dimostra attivo. Esistono delle procedure di registrazione automatica, anche di quelle informazioni a cui non viene prestata attenzione.
    MACKWORTH 1976. Evidenzia due tipi di attenzione, la prima appresa, la seconda involontaria. L’attività dei lobi frontali è legata al loro sviluppo. Il pieno sviluppo di tali lobi frontali si attua verso i 7 anni di vita del soggetto. Vi è un’attività di orientamento volontario nei bambini, mentre vi è un attenzione involontaria nell’adulto. Infatti con lo sviluppo è maggiore la capacità di percezione selettiva.
    NORMAN 1979. La selezione viene operata elaborando selettivamente l’informazione già attivata in memoria dall’info sensoriale che si sta raccogliendo: gli stimoli familiari e ripetuti sono percepiti automaticamente. Esempio Stroop effect di Stroop 19Esempio Stroop effect di Stroop 1935.
    POSNER 1980. Individua due momenti successivi nella registrazione automatica: l’orientamento dello stimolo e la detenzione del segnale.
    ATTUALMENTE NON ESISTE NESSUNA TEORIA UNIVOCA SULL’ATTENZIONE UNITAMENTE CONDIVISA. Sembra accertato che molti processi diversi siano responsabili della selettività attentiva. Inoltre tale processo è implicato in altri processi cognitivi come la percezione, la sensazione, gli stati di attivazione psicologica, l’apprendimento.
    METODI D’INDAGINE
    TEST PER INDAGARE L’ATTENZIONE SELETTIVA:
    • Test delle Matrici attentive (visual search)
    • Prove di cancellazione: Test di barrage una lettera dell’alfabeto; test d-2 di B.;test delle campanelle; test di barrage semplice; test di Barrage doppio; test di controllo mentale semplice.
    • Prova della Wais (Associazione simboli-numeri)per valutare il processa mento delle informazioni
    TEST PER INDAGARE L’ATTENZIONE DIVISA
    • Trail Making Test
    • Go-no go
    • TEA
    • Test di barrage due lettere dell’alfabeto
    • Dual task

    TEST PER INDAGARE L’ATTENZIONE ALTERNATA
    • Stroop test
    TEST PER INDAGARE L’ATTENZIONE SOSTENUTA
    • Ctp (CONTINUOUS PERFORMANCE TEST)
    AMBITI APPLICATIVI
    AREA CLINICA: In campo clinico vi sono vari disturbi dell’attenzione: disattenzione, distraibilità, distrazione, aprosessia. Alcuni disturbi hanno cause organiche altri nascono come reazione ad un ambiente portatore di stress. Nei disturbi d’ansia e dell’umore possono essere presenti difficoltà di concentrazione. In tale campo vi sono approcci terapeutici che utilizzano la tecnica di modificazione e/o spostamento dell’attenzione su sensazioni corporali e/o varie tematiche: ipnosi, training autogeno, fantasie guidate.
    AREA EVOLUTIVA
    Un esempio è la ADHD: L’Intervento utile deve tenere conto della centralità del fattore attentivo e sviluppare un training specifico delle funzioni attentive e di concentrazione. Si Puo’ diagnosticare un disturbo d’attenzione quando è persistente e compromette le relazioni familiari e socio/educative del soggetto.
    AREA DEL LAVORO
    Spaltro ha studiato come lo sforzo attentivo degli operai che lavorano in una catena di montaggio è molto ridotto in quanto ripetono meccanicamente il suo lavoro continuandolo anche fuori dalla fabbrica. Olivetti ha studiato tali processi nei controllori di volo: lo sforzo costante di mantenere l’attenzione richiede un alto dispendio energetico e può contribuire a creare danni psicologici ai lavoratori.
    AREA NEUROPSICOLOGICA
    Riabilitazione dei distrattori attenzionali. Data l’incidenza dei disturbi attenzionali in pazienti con trauma cranico, la riabilitazione si avvale di due tipi di approccio: specifico, attraverso dei trattamenti ad hoc per ciascuna componente compromessa ( Attention Process Training di Sohlberg e Mateer); non specifico, attraverso trattamenti generali.

  6. #36
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    premetto che in qualità di moderatore vi dico che è vietato scrivere epostare temi per intero..quindi postate le scalette altriemnti devo editarli!

    poi...il tema è un insieme di teorie...qui a Roma però di solito ne chiedono una o due..magari più approfondite...quindi il mio sggerimento è: va bene citarle tutte..ma magri scegline due e approfondiscine solo due....
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  7. #37
    Matricola
    Data registrazione
    04-09-2012
    Messaggi
    22

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    grazie mille!!!! Certo concentrandomi su due mi dimezzo il lavoro... pENSARE CHE HO PASSATO L'ESTATE A FARE RIASSUNTI!!!!

  8. #38
    Matricola
    Data registrazione
    04-09-2012
    Messaggi
    22

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Ciao a tutti qualcuno mi sa dire quale sia una teoria recente sull'emozioni??? Il modello di Lazarus potrebbe andare??
    Grazie
    e buono studio a tutti!!!!

  9. #39
    Matricola
    Data registrazione
    04-09-2012
    Messaggi
    22

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Ciao a tutti qualcuno mi sa dire quale sia una teoria recente sull'emozioni??? Il modello di Lazarus potrebbe andare??
    Grazie
    e buono studio a tutti!!!!

  10. #40

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    ma stavo leggendo su internet che ci sono temi incrociati ke vuol dire?

  11. #41

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    prima e seconda prova quanto tempo ci vuole x prepararla? vorrei farlo a novembre 2012 riusciro?

  12. #42
    Partecipante Esperto L'avatar di manu1983
    Data registrazione
    11-07-2007
    Residenza
    Avellino
    Messaggi
    367

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    [QUOTE=laura.cic;2685247]Qualcuno mi sa dire se questo tema, come l'ho sviluppato va bene???


    Ciao Laura, quanto hai scritto!
    io ti consiglio di citare solo 2 teorie, ad esempio io parlo della teoria del filtro di broadbent e quella del filtro attenuato di treisman.

    come strumenti il test di stroop e ambiti applicativi il disturbo dell'attenzione.

    durante l'esame due ore sono veramente poche...

  13. #43
    Partecipante Esperto L'avatar di manu1983
    Data registrazione
    11-07-2007
    Residenza
    Avellino
    Messaggi
    367

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Citazione Originalmente inviato da laura.cic Visualizza messaggio
    Ciao a tutti qualcuno mi sa dire quale sia una teoria recente sull'emozioni??? Il modello di Lazarus potrebbe andare??
    Grazie
    e buono studio a tutti!!!!

    Se cerchi una teoria recente Lazarus va bene. Personalmente cito la teoria dei due filtri di shachter e singer. Se chiedono 2 riferimenti teorici, metto prima James.

  14. #44
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Citazione Originalmente inviato da francesca8027 Visualizza messaggio
    ma stavo leggendo su internet che ci sono temi incrociati ke vuol dire?
    ad esempio un tema che con una sola teoria spieghi memoria e apprendimento o attenzione e coscienza..insomma una teoria che spieghi due argomenti!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

  15. #45
    Postatore Epico L'avatar di MEMOLEMEMOLE
    Data registrazione
    18-02-2005
    Residenza
    provincia di Latina
    Messaggi
    8,320

    Riferimento: eds Novembre 2012 Roma

    Citazione Originalmente inviato da francesca8027 Visualizza messaggio
    prima e seconda prova quanto tempo ci vuole x prepararla? vorrei farlo a novembre 2012 riusciro?
    se cominci ora e studi in modo organizzato e senza perderti in mille info inutili..si, altrimenti...credo prorpio di no!
    ." all'origine gli esseri umani erano doppi:possedevano 2 teste, 4gambe, 2 sessi uguali o diversi.Questa condizione cionferivaloro una grande forza e un ambizione tale che un giorno si lanciarono all'assalto del cielo.Allora zeus infuriato tagliò in due ciascuno di loro e da qual giorno ognuno è alla ricerca della sua metà!"
    .................

    nuovo regolamento: http://www.opsonline.it/help/
    ---------------------

    VENDITRICE ACCREDITATA DI OPSonline

Pagina 3 di 19 PrimoPrimo 1234513 ... UltimoUltimo

Privacy Policy