• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 2 di 23 PrimoPrimo 123412 ... UltimoUltimo
Visualizzazione risultati 16 fino 30 di 333

Discussione: Poesie

  1. #16
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Very_Viky
    Data registrazione
    15-08-2014
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    574
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Poesie

    ARTE POETICA
    (Jorge Luis Borges)



    Guardare il fiume fatto di tempo e d’acqua
    e ricordare che il tempo è un altro fiume.
    Sapere che ci perdiamo come il fiume
    e che passano i volti come l’acqua.

    Sentire che la veglia è un altro sogno,
    sogno di non sognare e la morte
    che il nostro corpo teme è questa morte
    di ogni notte, che chiamiamo sonno.

    Vedere nel giorno o nell’anno un simbolo
    dei giorni dell’uomo e dei suoi anni,
    trasfigurare l’oltraggio degli anni
    in una musica, un rumore, un simbolo,

    vedere nella morte il sonno, nel tramonto
    un triste oro, questo è la poesia
    che è povera e immortale. La poesia
    si volge come l’aurora e il tramonto.

    Talora nel crepuscolo un volto
    ci guarda dal fondo di uno specchio;
    l’arte deve esser come quello specchio
    che ci rivela il nostro proprio volto.

    Ulisse, dicono, stanco di prodigi,
    pianse d’amore, scorgendo la sua Itaca
    umile e verde. L’arte è quell’Itaca
    di verde eternità, non di prodigi.

    È anche come il fiume senza fine
    che passa e resta; è specchio di uno stesso
    Eraclito incostante, uno e diverso
    sempre, come il fiume senza fine.

  2. #17
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Come manchi tu

    Come manchi tu
    non manca niente
    di ciò che ha nome.

    Ma questo silenzio sofferente
    che sembra inghiottire ogni cosa
    mi rivela che tu manchi
    come la gioia
    che nessuno sa chiamare.

    (Davide Rondoni, da Apocalisse amore)


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  3. #18
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Ho tanta fede in te
    (Eugenio Montale, da Altri versi)

    Ho tanta fede in te
    che durerà
    (è la sciocchezza che ti dissi un giorno)
    finché un lampo d'oltremondo distrugga
    quell'immenso cascame in cui viviamo.
    Ci troveremo allora in non so che punto
    se ha un senso dire punto dove non è spazio
    a discutere qualche verso controverso
    del divino poema.

    So che oltre il visibile e il tangibile
    non è vita possibile ma l'oltrevita
    è forse l'altra faccia della morte
    che portammo rinchiusa in noi per anni e anni.

    Ho tanta fede in me
    e l'hai riaccesa tu senza volerlo
    senza saperlo perché in ogni rottame
    della vita di qui è un trabocchetto
    di cui nulla sappiamo ed era forse
    in attesa di noi spersi e incapaci
    di dargli un senso.

    Ho tanta fede che mi brucia; certo
    chi mi vedrà dirà è un uomo di cenere
    senz'accorgersi ch'era una rinascita.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  4. #19
    Postatore Compulsivo L'avatar di joker.the.mad
    Data registrazione
    28-08-2010
    Residenza
    Italia, ed orgoglioso di esserci
    Messaggi
    3,530

    Riferimento: Poesie


    L'amore non dà nulla fuorché sé stesso
    e non coglie nulla se non da sé stesso.
    L'amore non possiede,
    né vorrebbe essere posseduto
    poiché l'amore basta all'amore.


    Kahlil Gibran
    Ultima modifica di joker.the.mad : 16-09-2014 alle ore 06.08.13

  5. #20
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,775
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Poesie

    Vi posto una poesia che mi ritorna spesso in mente, a pezzetti.


    Variazioni sul salmo 137
    Se potrò scordare di te
    si dovrà scordare di me
    la mano che scrive le lettere
    la destra del martello
    e del palmo di fionda.
    Se potrò scordare di te
    s'attaccherà la lingua
    alla sella del palato,
    la lingua dei fischi alla note
    e dei baci alla pelle
    leccata come una capra il sale.
    S'attacchi la lingua a mascella
    se non ti salirò
    in cima all'allegria.

    Erri de Luca
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  6. #21
    Postatore Epico L'avatar di Morgana-z
    Data registrazione
    27-01-2008
    Residenza
    nella terra in cui lo scirocco scompiglia i capelli e arruffa i pensieri
    Messaggi
    7,775
    Blog Entries
    128

    Riferimento: Poesie

    Considero valore

    Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.
    Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.
    Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario,
    la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.
    Considero valore quello che domani non varrà più niente
    e quello che oggi vale ancora poco.

    Considero valore tutte le ferite.
    Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe,
    tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,
    provare gratitudine senza ricordare di che.

    Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord,
    qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.
    Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,
    la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

    Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.
    Molti di questi valori non ho conosciuto.


    Erri de Luca
    Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi era entrato.
    (Haruki Murakami)

  7. #22
    Partecipante Super Esperto L'avatar di Very_Viky
    Data registrazione
    15-08-2014
    Residenza
    Lombardia
    Messaggi
    574
    Blog Entries
    1

    Riferimento: Poesie

    Sono molto legata a questa poesia perchè rappresenta benissimo il mio percorso di vita (sempre in progress) individuale e di gruppo.

    CONOSCO DELLE BARCHE
    (Jacques Brel)


    Conosco delle barche
    che restano nel porto per paura
    che le correnti le trascinino via con troppa violenza.

    Conosco delle barche che arrugginiscono in porto
    per non aver mai rischiato una vela fuori.

    Conosco delle barche che si dimenticano di partire
    hanno paura del mare a furia di invecchiare
    e le onde non le hanno mai portate altrove,
    il loro viaggio è finito ancora prima di iniziare.

    Conosco delle barche talmente incatenate
    che hanno disimparato come liberarsi.

    Conosco delle barche che restano ad ondeggiare
    per essere veramente sicure di non capovolgersi.

    Conosco delle barche che vanno in gruppo
    ad affrontare il vento forte al di là della paura.

    Conosco delle barche che si graffiano un po'
    sulle rotte dell'oceano ove le porta il loro gioco.

    Conosco delle barche
    che non hanno mai smesso di uscire una volta ancora,
    ogni giorno della loro vita
    e che non hanno paura a volte di lanciarsi
    fianco a fianco in avanti a rischio di affondare.

    Conosco delle barche
    che tornano in porto lacerate dappertutto,
    ma più coraggiose e più forti.

    Conosco delle barche straboccanti di sole
    perché hanno condiviso anni meravigliosi.

    Conosco delle barche
    che tornano sempre quando hanno navigato.
    Fino al loro ultimo giorno,
    e sono pronte a spiegare le loro ali di giganti
    perché hanno un cuore a misura di oceano.

  8. #23
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Il giardino d’inverno

    Il mio mondo è il mio mondo
    non posso aprirvelo

    Anche se descrivessi
    queste statue dei dodici mesi
    nascoste in un verde compatto
    ognuno di voi vedrebbe
    un altro verde
    un'altra statua
    e un colore diverso

    Anche se descrivessi la mia tristezza
    sembrerebbe ridicola
    ed infantile
    perché la mia tristezza
    è piena d'incanto

    come un giardino verde
    d'inverno.

    Jaroslaw Iwaszkiewicz


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  9. #24
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    C’è nel contatto umano un limite fatale,
    non lo varca amore né passione,
    pur se in muto spavento si fondono le labbra
    e il cuore si dilacera d’amore.

    Perfino l’amicizia vi è impotente,
    e anni d’alta, fiammeggiante gioia,
    quando libera è l’anima ed estranea
    allo struggersi lento del piacere.

    Chi cerca di raggiungerlo è folle,
    se lo tocca soffre una sorda pena…
    Ora hai compreso perché il mio cuore
    non batte sotto la tua mano

    (Anna Andreevna Achmatova)


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  10. #25
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Ti ho sognata
    mi sei apparsa sopra i rami
    passando vicino alla luna
    tra una nuvola e l'altra
    andavi, e io ti seguivo
    ti fermavi e io mi fermavo,
    mi fermavo, e tu ti fermavi,
    mi guardavi e io ti guardavo
    ti guardavo e tu mi guardavi
    poi tutto è finito.


    Nazim Hikmet


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  11. #26
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Dove ci incontreremo dopo la morte?
    (Angelo Maria Ripellino)

    Dove ci incontreremo dopo la morte?
    Dove andremo a passeggio?
    E il nostro consueto giretto serale?
    E i rammarichi per i capricci dei figli?
    Dove trovarti, quando avrò desiderio di te, dei tuoi occhi smeraldi,
    quando avrò bisogno delle tue parole?
    Dio esige l'impossibile,
    Dio ci obbliga a morire.
    E che sarà di tutto questo garbuglio di affetto,
    di questo furore? Sin d'ora promettimi
    di cercarmi nello sterminato paesaggio di sterro e di cenere
    sui legni carichi di mercanzie sepolcrali,
    in quel teatro spilorcio, in quel vòrtice
    e magma di larve ahimè tutte uguali,
    fra quei lugubri volti. Saprai riconoscermi?


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  12. #27
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Lo senti?
    E' un respiro improvviso
    che libera il cuore
    da quei desideri che lo stringono
    forte
    da tutta una vita.
    E' il vento che spazza via
    il velo
    su cui si posava la polvere
    di giorni immobili e silenziosi,
    che diffonde nell'aria il profumo
    di parole dolcissime
    e avvolge l'anima
    in un abbraccio infinito.

    (Rosamaria Tropea)


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  13. #28
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    A Galla
    (Eugenio Montale, da Poesie disperse)

    Chiari mattini,
    quando l'azzurro è inganno che non illude,
    crescere immenso di vita,
    fiumana che non ha ripe né sfocio
    e va per sempre,
    e sta - infinitamente.


    Sono allora i rumori delle strade
    l'incrinatura nel vetro
    o la pietra che cade
    nello specchio del lago e lo corrùga.
    E il vocìo dei ragazzi
    e il chiacchiericcio liquido dei passeri
    che tra le gronde svolano
    sono tralicci d'oro
    su un fondo vivo di cobalto,
    effimeri...

    Ecco, è perduto nella rete di echi,
    nel soffio di pruina
    che discende sugli alberi sfoltiti
    e ne deriva un murmure
    d'irrequieta marina,
    tu quasi vorresti, e ne tremi,
    intento cuore disfarti,
    non pulsar più! Ma sempre che lo invochi,
    più netto batti come
    orologio traudito in una stanza
    d'albergo al primo rompere dell'aurora.
    E senti allora,
    se pure ti ripetono che puoi
    fermarti a mezza via o in alto mare,
    che non c'è sosta per noi,
    ma strada, ancora strada,

    e che il cammino è sempre da ricominciare.


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  14. #29
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Pronunzio il tuo nome
    a bassa voce
    come in una melodia che
    nasce dal profondo del cuore
    mossa da un fremito d’emozione
    a fior di pelle

    ora ripenso a te
    con il cuore in mano
    che batte a più non posso
    e il panico arrestato
    nella mia mente

    al vento amico affido
    i miei pensieri e le mie speranze
    come una tenue preghiera
    che silenziosa si fa largo
    in fondo all’anima

    la vita effimera
    scivola tra le mie mani
    attimo dopo attimo,
    mobile quanto tutto è fermo
    immobile quando tutto si muove

    (Ishak Alioui)


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

  15. #30
    Partecipante Super Figo L'avatar di Hermes Ankh
    Data registrazione
    24-05-2008
    Messaggi
    1,805
    Blog Entries
    7

    Riferimento: Poesie

    Col passare del tempo lo capirai.
    Ciò che dura, dura; ciò che non lo fa, non lo fa.
    Il tempo risolve la maggior parte delle cose.
    E quello che il tempo non può risolvere, lo si deve risolvere da soli.

    (Haruki Murakami)


    "L'onda non riesce a prendere
    il fiore che galleggia:
    quando cerca di raggiungerlo
    lo allontana"

    (Rabindranath Tagore)

Pagina 2 di 23 PrimoPrimo 123412 ... UltimoUltimo

Privacy Policy