• Opsonline.it
  • Facebook
  • twitter
  • youtube
  • linkedin
Pagina 4 di 4 PrimoPrimo ... 234
Visualizzazione risultati 46 fino 56 di 56
  1. #46
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,938

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Allora da quello che sembra dalla legge 170 che disciplina la figura del tecnico psicologo .. ovvero laureato triennale iscritto all'albo b il counseling psicologico possono farlo.. ma dovresti chiedere meglio all'ordine e in particolare a chi si occupa tra i consiglieri dell'area dell'albo b..

  2. #47
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Grazie Duccio.

  3. #48
    Partecipante Leggendario L'avatar di Lyanne
    Data registrazione
    16-06-2007
    Residenza
    vivo a Genova
    Messaggi
    2,180

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Una mia ex compagna di Università è iscritta all'albo B, è mediatore familiare e counselor (indirizzo sistemico-relazionale) e, da quel che ho letto, unisce entrambe le competenze.
    Penso che chiedere all'OdP, come ti ha suggerito Duccio, possa darti informazioni utili sulla combinazione di psicologo e counselor.

  4. #49
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Grazie Lyanne, ho appena scritto una mail alla commissione deontologica.

  5. #50
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    04-10-2008
    Messaggi
    189

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Guarda devo ammettere che sto rivalutando le scuole di counseling..prima le vedevo come poco professionali e fatte solo per prendere soldi ma dopo avere partecipato ad alcuni incontri e aver conosciuto persone che studiano psicologia e che ci hanno avuto a che fare direttamente ma anche indirettamente...alcune effettivamente sono fatte davvero bene per quanto di base non sia troppo daccordo sull'aprirle a tutti.C'è poco da fare l'università non ti prepara su tante cose e vari master,corsi ecc dopo la laurea in genere ti preparano bene (?) solo su un certo ambito mentre le scuole di counseling (alcune almeno) ti danno vari strumenti di crescita personale oltre che lavorativa. L'unico motivo per cui non mi iscrivo a una scuola di counseling (aperta a tutti) è che avrò una laurea in psicologia e se proprio devo dare dei soldi forse opto per una scuola di psicoterapia.Sinceramente però se dovessi darli a qualcuno se devo scegliere tra mille master e una scuola di counseling che segue un determinato approccio che amo costi permettendo sceglierei l'ultima.Penso però sia questione di percorsi che ognuno vuole fare e in cosa vuole migliorare in quanto a tecniche.


    Citazione Originalmente inviato da Anais Visualizza messaggio
    Grazie per le vostre risposte diletta89 e Duccio.
    Quindi se ho capito bene una scuola di counselling aperta anche ai laureati triennali in psicologia permette l'iscrizione in previsione che poi i laureati triennali diventino psicologi, è corretto?
    Io che già so che non diventerò psicologa non posso frequentare questa scuola perché il counsellor può esserlo solamente uno psicologo?
    Vorrei capire se, non diventando psicologa e facendo in futuro il counsellor, rischio di cadere nell'abuso di professione di psicologo (cosa che non vorrei assolutamente, lo chiarisco per non creare malintesi, voglio solamente chiarirmi le idee).
    No non è così...per sapere di preciso devi telefonare credo alla scuola di counseling che ti interessa. In genere puoi avere il titolo di counseulor anche se hai solo il diploma delle superiori. Basta che frequenti la scuola perchè appunto sono aperte a tutti e non serve nessuna laurea ne di psicologia o di altro. Io parlavo della scuola di cui si parla in questo topic che però è particolare perchè aperta solo agli psicologi ma sono pochissime in Italia...in genere non è così quindi se non vuoi laurearti in psicologia teoricamente puoi farla lo stesso. Prima guarda quale vuoi fare e chiedi a loro e magari pure all'ordine.
    Guarda il confine tra counseler e psicologo c'è come figure professionali anche se non sempre è chiaro a molti e c'è chi purtroppo ne abusa. Può fare alcune cose dello psicologo ma meno. Si occupa della promozione del benessere,della sua prevenzione e fa sostegno per persone in difficoltà,in crisi cercando ti lavorare sulle risorse interne dell'individuo. Tutto questo sarebbe anche compito dello psicologo. A differenza di questo però non può fare diagnosi e occuparsi della patologia (cosa che sinceramente può fare poco anche lo psiccologo perchè sarebbe compito dello psicoterapeuta)
    Andando più sul pratico per capirci: il counseler può aiutare in caso di difficoltà scolastiche,professionali, problemi familiari ecc accompagnando e dando sostegno alle persone in difficoltà promuovendo loro abuilità e risorse. Non può però somministrare test o fare valutazioni diagnostiche del tipo -tu hai questo disturbo: soffri di attacco di panico ecc-. Non può inoltre "curare" patologie come appunto disturbi d'ansia,alimentari, della personalità, dello spettro schizofrenico e tutti gli altri (cosa di cui tra l'altro non può occuparsi molto neppure lo psicologo)
    Si potrebbe dire che fa interventi che non vanno in profondità come quelli dello psicoterapeuta e che mirano a rispondere esigenze presenti nel qui e ora (e questo lo fa anche lo psicologo e alcuni psicoterapeuti). Non saprei dirti se il counseler può anche fare e portare avanti progetti o se è solo compito dello psicologo...forse può se appunto non sono incentrati sul disagio ma sulla promozione del benessere ma non ne sono sicura.
    Spero di averti chiarito un pò alcune cose. In bocca al lupo

  6. #51
    La vita sognata L'avatar di Antonia
    Data registrazione
    31-12-2009
    Messaggi
    2,130

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Grazie diletta89, sei stata chiarissima.

  7. #52
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,938

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Le scuole di counseling aperte a tutti o meno.. insegnano tecniche psicologiche, fanno studiare su testi di psicologia e psicoterapia utilizzati nelle università e nelle scuole di psicoterapia... Come facciano a non fare gli psicologi come attività mentre fanno i counselor con le basi impartite non lo so... Puoi diventare sicuramente counselor.. ma chiunque può aprire un ente, fare un corso, rilasciare un certificato di "coltivatore di margherite" e ti proponi come coltivatore di margherite con il tuo attestato.. Il fatto che un ente dia un attestato però non significa niente e non ti dà il diritto nè la possibilità di attuate atti tipici dello psicologo...

    Faccio un esempio... ci sono centinaia di corsi e master annuali, biennali ecc per diventare criminologo, sessuologo, psicologo scolastico ecc... ma queste figure non esistono giuridicamente in Italia.. il criminologo non è riconosciuto e non ha alcuno sbocco se non quello di insegnare criminologia per altri aspiranti disoccupati criminologi.. lo stesso il sessuologo o lo psicologo scolastico...Esistono corsi invece di sessuologia o di psicologia scolastica che ti danno delle competenze per poter operare clinicamente sul trattamento delle psicopatologie della sfera sessuale nel primo caso e per l'ambito scolastico nel secondo ma non perchè hai fatto un corso... l'abilitazione giuridica a fare questo te la dà l'essere psicologo.. i master e corsi ti danno le competenze..
    Una scuola di counseling aperta a tutti può anche fare quello che fa ma i counselor che operano lavorando sul disagio psicologico .. se vengono segnalati , o se qualcuno si fa male... e vengono denunciati.. rischiano grosso... proprio perchè esercitano un atto tipico dello psicologo..
    Poi siamo in Italia, chiunque fa quello che vuole.. ogni tanto salta fuori l'odontotecnico che fa le otturazioni e il finto medico che lascia la garza in pancia... ma questo non significa che siamo nella legalità...

    La descrizione che fai Diletta relativa alla valorizzazione e potenziamento delle risorse si chiama ABILITAZIONE ed è uno degli atti tipici dello psicologo.. sulla prevenzione e promozione della salute in ambito psicologico è di pertinenza dello psicologo... Inoltre, ammesso che un counselor non psicologo dica di operare solo in casi di non patologia... come fa a capire se siamo di fronte ad un problema conclamato oppure no se non ha nozioni di diagnosi e psicopatologia ?

    Nota O.T.
    Non è vero inoltre che lo psicologo non può occuparsi di patologia.. Non è scritto da nessuna parte nel codice che lo psicologo non possa occuparsene, lo fa se competente (corsi, master tirocini) in modo non specialistico ma può farlo.... Riprendo il post dal blog di uno psicoterapeuta che conosco..che ha scritto qualcosa di molto chiaro in merito.
    di cui faccio copia e incolla..
    1. Lo psicologo può (anzi deve) fare quanti colloqui sono necessari, da 1 a "infinito". Chi afferma il contrario si appella a normative inesistenti o fantasiose;
    2. Lo psicologo si occupa anche di psicopatologia, senza distinzione in base alla gravità. Chi afferma il contrario, come sopra, si appella a norme che non esistono;
    3. Vale la regola aurea di occuparsi solo delle condizioni per le quali si è acquisita formazione e competenza. Questo lo dice il codice deontologico e vale anche per chi è psicoterapeuta, che difficilmente sarà esperto in tutte le situazioni cliniche. Violare questo principio significa andare contro il codice deontologico e il buon senso;
    4. La differenza rispetto allo psicoterapeuta è che quest'ultimo ha ricevuto una formazione specifica e riconosciuta per il trattamento della psicopatologia. Essendo specialista, dovrebbe garantire maggiore affidabilità in questo senso. Se ho bisogno di un antidepressivo per la mia depressione, posso anche farmelo prescrivere dal medico di base. Se decido di recarmi dallo psichiatra lo faccio perché so che è uno specialista in quel campo, quindi sarà sicuramente più affidabile e aggiornato;
    5. Il buon senso e la deontologia impongono allo psicologo di non definire il suo intervento come psicoterapia, in quanto non ha ricevuto la formazione per intervenire in questo senso. Resta il fatto che lo psicologo ha modo di formarsi su una serie di tecniche utili per intervenire: la sua competenza è definita dall'insieme delle tecniche apprese e dall'esperienza maturata. Dunque, il confine tra un percorso psicologico e una psicoterapia è spesso molto labile e sfumato.
    Ultima modifica di Duccio : 16-03-2016 alle ore 15.47.28

  8. #53
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    04-10-2008
    Messaggi
    189

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Per questo dicevo che sarebbe anche (anzi principalmente) compito dello psicologo in quanto al contrario di quanto credono in molti (compresi studenti di psicologia) lo psicologo oltre che del disagio si occupa di promozione,prevenzione ecc quindi come hai detto tu in modo più corretto di me abilitazione
    Il domandarsi se riesce il counseler a capire quando si è in presenza di una patologia è fondamentale ..da quel che ho capito almeno in alcune scuole viene spiegato.
    Che tra percorso psicologico e psicoterapia il confine sia molto labile è vero (almeno a quanto mi dicono psicologi e psicoterapeuti vari perchè io ancora sto studiando e non posso parlare per esperienza personale mi rendo conto) ma per quanto riguarda la patologia infatti non ho scritto che lo psicologo non può occuparsene ma che può fare "poco" anche se mi rendo conto che ho usato un termine infelice. In ogni caso sullo stare attenti da parte dello psicologo non psicoterapeuta nel prendere in carico una persona con una patologia e trattare questa l'ho sentito fare presente da molti psicologi comprese persone appartenenti all'ordine...
    Poi è chiaro che la figura del counseler è stata creata per prendere altri soldi e che appunto finisce ahimè per fare interventi che fa lo psicologo. Purtroppo però da un punto di vista pratico da molti strumenti che l'università non ti da (appunto se va bene dopo devi fare mille master). Questo almeno è quello che mi hanno detto psicologi che hanno fatto tali scuole prima o dopo frequentare psicologia o colleghi (compagni di studio) che hanno visto altri farli.

  9. #54
    L'avatar di Duccio
    Data registrazione
    25-06-2002
    Residenza
    Firenze
    Messaggi
    8,938

    Riferimento: scuola biennale di counseling psicologico?

    Diletta che possa essere spiegato non lo metto in dubbio (per quanto non so come dato che si tratta di due fine settimana spesso al mese per due o tre anni a far rientrare tutto e anche questo).. Il fatto è che per fare una diagnosi di un disturbo psicologico non basta che qualcuno ti spieghi come si fa... ma serve avere forti e solide competenze in psicopatologia, psicologia dello sviluppo, diagnostica psicologica, testistica psicologica, colloquio clinico ecc ecc... Tutte queste cose vengono insegnate nei corsi di laurea in psicologia e l'abilitazione a psicologo è l'unica abilitazione che ti permette di fare una diagnosi psicologica e di utilizzare i test psicologici (utilissimi insieme ad altri strumenti per fare una diagnosi)... Quindi magari te lo spiegano.. forse.. ma non possono farlo se non psicologi perchè incorrerebbero ulteriormente in un abuso...
    La psicopatologia è qualcosa di molto delicato, complesso... non basta qualche lezione di un corso di counseling per renderti in grado di diagnosticare un problema psicologico.. ci vogliono necessariamente esami su esami in vari ambiti e l'abilitazione per rendere formalmente legittimo la tua attività diagnostica...
    Io sinceramente dubiterei molto di un counselor non psicologo che non ha alcuno studio pregresso e abilitazione che mi dice che ho un disturbo magari dopo un primo colloquio.... Che dicano di essere in grado beh.. ok... ma che lo siano io ho moltissimi dubbi...

    Riguardo all'Off Topic sulla questione dello psicologo e dell'intervento sulla patologia ti invito a leggere questa discussione molto interessante da me aperta al tempo
    http://www.opsonline.it/forum/psicol...go-150035.html

  10. #55
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    04-10-2008
    Messaggi
    189

    Re: scuola biennale di counseling psicologico?

    grazie lo guarderò

  11. #56
    Partecipante Assiduo
    Data registrazione
    04-10-2008
    Messaggi
    189

    Riferimento: Re: scuola biennale di counseling psicologico?

    Voglio dire la mia su questa scuola che frequento da quasi un anno a Milano. Premetto che sono alla fine del percorso di studi e che non sarebbe mia intenzione in futuro fare troppi master,corsi e compagnia fischiante perchè sono del parere che molti si basano sulle nostre insicurezze...giustissimo farli se davvero si ritengono validi ma è assurdo pensare di passare una vita spendendo in corsi vari senza mettersi in gioco! Ricordo inoltre che la scuola è aperta a soli psicologi o persone che studiano ma con almeno la laurea triennale...e per me già questo è un punto a suo favore
    La mia esperienza è assolutamente positiva.Ho trovato e sto trovando questo percorso utilissimo,serio e ritengo i docenti molto in gamba.Non ti senti "perso" perchè pronti a rispondere a dubbi,quesiti.Ti accompagnano lungo il percorso...
    Sinceramente vedo una bella differenza se penso a come mi sentivo un anno fa e come mi sento ora o alle nozioni e strumenti di cui ero in possesso e di cui sono in possesso ora. Questo perchè la scuola è molto pratica al contrario dell'università....quindi no non è un ripasso nonostante nella mia facoltà rispetto alle altre vedo che la pratica è un pò più curata.Questo però non significa che ne facciamo granchè. Alla scuola impari come portare avanti colloqui,come impostare percorsii psicologici e temi vari,come avviare la professione.Ci sono molte simulazioni,prove,strumenti.Cosa non da poco si è molto calati nella realtà,nei problemi quotidiani della gente mentre sui libri di studio spessimo si parla di casi vecchi di almeno trent'anni e solo di patologie (disturbi della personalità,depressione ecc senza neppure tra l'altro spiegarle bene!Altro che basi solide sulle patologie..chi esce dall'università dove studio io se vuole studiare seriamente le patologie deve fare una scuola di psicoterapia o corsi vari perchè onestamente non vengono curati questi temi se non in termini generali).
    Ben lungi dal dire che ora so padroneggiare strumenti vari,che sono brava a fare colloqui ecc ma sicuramente so da dove cominciare e non mi spaventa l'idea di pianificare con un cliente un percorso terapeutico. Rispetto a un anno fa saprei un pò muovermi ,so cosa fare o cosa non fare mentre una volta oltre a guardare la persona negli occhi seduti uno di fronte all'altro non avrei saputo proprio che pesci prendere.Confrontandomi con le mie colleghe di corso all'università vedo una bella differenza.Loro stesse mi dicono che non saprebbero proprio da dove cominciare...
    Questo è il motivo per cui la consiglio sopratutto a persone appena laureate,che si stanno abilitando e ancor di più a studenti di psicologia che stanno facendo la magistrale.Perchè almeno una volta laureati anche prima del tirocinio avrete già diverse competenze e sarete assai più sereni di tanti altri che purtroppo vedo in "crisi".Io non vedo quasi l'ora di essere abilitata (e ancora ho molta strada davanti..) per provare a mettermi in gioco.Una volta al solo pensiero mi veniva l'ansia e mi chiedevo come avrei mai fatto.Mettiamoci poi che ahimè spesso il tirocinio non è occasione di buona formazione per tanti motivi..almeno so che dopo la laurea intanto avrò già diverse competenze!
    Posso dirvi che vedo colleghe della scuola che hanno provato ad aprire lo studio incoraggiate anche dal fare questa.
    Altro vantaggio è che la scuola è di due anni ma non si è obbligati a concluderli.Dopo il primo anno si può interrompere il corso oppure scegliere di frequentare il secondo anno. Sicuramente io la terminerò
    Non è affatto obbligatorio ma volendo si può intraprendere un percoso psicologico personale con i docenti.
    Se siete interessati e avete domande...fate pure.
    Ultima modifica di diletta89 : 24-11-2016 alle ore 17.07.18

Pagina 4 di 4 PrimoPrimo ... 234

Privacy Policy